Il sonno è parte integrante della nostra vita e necessario per la sopravvivenza, ma nonostante tutto è ancora avvolto da una sorta di mistero.
Ancora oggi, gli scienziati non sono in grado di spiegare completamente perché ne abbiamo bisogno così urgentemente e cosa succede nel nostro corpo e soprattutto nel cervello in questo periodo.
Nei tempi antichi, il sonno era considerato un passaggio tra il mondo dei vivi e il mondo spirituale. I sogni hanno giocato un ruolo importante, e lo fanno ancora oggi, ma non c’è ancora una vera spiegazione per i sogni. Alcuni dicono che riguardi il contatto con il mondo spirituale, le intuizioni profonde, mentre per altri è solo la deframmentazione e la pulizia del “disco rigido” o del cervello.
In media, una persona trascorre un terzo della sua vita dormendo. Pertanto, le persone che vivono fino all’età di 78 anni dormono in media 25 anni della loro vita!  Molti hanno affrontato la questione se la quantità di sonno può essere ridotta per avere più anni di veglia, più vita.  Hanno anche provato a capire e hanno scoperto per quanto tempo possiamo rimanere svegli. ma, in realtà, a parte alcuni record dannosi per la salute, non sono andati molto lontano.
Il bisogno umano di dormire supera persino il bisogno di cibo.
Possiamo resistere ma niente aiuta. Quando siamo davvero assonnati, il nostro cervello entra semplicemente in modalità di sonno, che lo desideriamo o meno.
 
Perché non puoi vivere senza dormire?
Perché il bisogno di dormire è così forte?
Come abbiamo già accennato, gli scienziati non sanno ancora come spiegarlo completamente, né quale sia effettivamente il ruolo del sonno. Alcuni credono che durante il sonno, i sistemi del corpo si resettino come un computer, correggano gli errori e si preparino per un nuovo giorno.
La ricerca ha anche dimostrato che un sonno regolare e abbastanza lungo accelera la guarigione in caso di malattia, rafforza la nostra resistenza e regola il metabolismo.Se dormiamo bene, ci svegliamo riposati e pieni di energia dopo una buona notte di sonno.
Ad esempio, un breve pisolino pomeridiano, che può durare venti minuti, mezz’ora, e ci svegliamo completamente rinnovati. Alcune conseguenze della mancanza di sonno sono state scientificamente provate. Coloro che non dormono abbastanza sono a rischio di diabete, aumento di peso, problemi cardiaci, depressione e malattie generali. Non sorprende che molti eserciti e forze di polizia in tutto il mondo abbiano utilizzato tecniche di privazione del sonno durante gli interrogatori, contrarie alle convenzioni internazionali. Un uomo sottoposto a questo non dura a lungo.
E quali sono le conseguenze della privazione del sonno?
Dopo la stanchezza iniziale compaiono stanchezza e malessere. Questo è seguito da problemi di concentrazione e memoria a breve termine. Presto seguono apparizioni, paranoie e altre conseguenze. Forme più lievi di queste conseguenze sono vissute da persone che soffrono di insonnia, che lavorano nei turni notturni, in guerra, durante disastri naturali e simili.
Se stai guidando di notte e l’immagine che i tuoi occhi stanno ricevendo non sembra più del tutto chiara, se gli oggetti “scivolano” verso di te, sei ben oltre il punto in cui dovresti fermarti e riposare.
Gli scienziati hanno portato  avanti molti esperimenti riguardanti il fenomeno del sonno o la sua mancanza, conducendo numerosi studi su volontari ai quali veniva impedito di dormire.
Allo stesso tempo, hanno registrato processi caratteristici del deterioramento del corpo:
gli ormoni dello stress,
adrenalina e cortisolo, sono aumentati e hanno innescato
un aumento della pressione sanguigna,
sono comparsi disturbi del ritmo cardiaco,
il sistema immunitario si è indebolito e
gli individui sono diventati ansiosi.
Gli effetti sono scomparsi non appena i volontari si sono addormentati.

 

Alcuni non possono, altri pensano di non doverlo fare.

I dati raccolti mostrano anche che due terzi degli adulti nei paesi sviluppati non dormono abbastanza. In parte a causa dell’insonnia, e in parte perché credono di poter funzionare efficacemente con solo poche ore di sonno, il che ovviamente non è vero, perché dopo un certo tempo le conseguenze sulla salute iniziano a manifestarsi. Quindi, se pensi di essere più efficiente e di successo se ti privi di due o tre ore di sonno tanto necessarie per il lavoro, allora ti sbagli.

Il fatto è che meno un individuo dorme, minore è l’aspettativa di vita.

Gli esseri umani sono l’unica specie che accorcia deliberatamente il proprio sonno e quindi trascura la propria salute fisica e mentale.

Le cause più comuni di insonnia sono: stress, ansia e depressione rumori forti dall’ambiente circostante temperatura inadeguata della camera da letto:

  • una stanza troppo fredda o troppo calda letto scomodo
  • alcol,
  • caffeina e nicotina
  • droghe
  • lavoro su turni
  • jet lag durante il viaggio
Ma come aiutarci in caso di insonnia?
Lascia che la tua camera da letto sia un luogo di pace, assicurati un letto comodo, una temperatura gradevole e l’assenza di suoni fastidiosi. Garantire un ritmo del sonno regolare. Vai a letto tutti i giorni alla stessa ora. Scegli un momento che ti permetta di addormentarti più velocemente. La sveglia dovrebbe svegliarti alla stessa ora ogni giorno. Questo alla fine farà abituare il tuo corpo a un ritmo costante, che consentirà un sonno più facile ed efficiente. L’esercizio quotidiano aiuta molto. L’esercizio di media intensità è più efficace.
Riduci l’assunzione di caffeina, bevande energetiche e tè nero. Quando hai problemi a dormire, puoi rimanere intrappolato in un circolo vizioso. Un sonno scarso porta a un grave affaticamento, che si tenta di superare con tazze di caffè extra, ma la caffeina compromette notevolmente le possibilità di un sonno efficace e regolare.
Non esagerare con cibi e bevande prima di andare a letto. L’eccesso di cibo può interrompere il ritmo del sonno, così come l’alcol.
Smettere di fumare. La nicotina è uno stimolante che aumenta la pressione sanguigna e influisce direttamente sulla qualità del sonno. Le persone che fumano hanno più difficoltà ad addormentarsi e si svegliano più spesso. Prima di andare a dormire, soprattutto a letto, non utilizzare tablet, telefoni e altri dispositivi elettronici che ti svegliano piuttosto che addormentarti. Rilassati prima di andare a letto. Fai qualcosa che allevi la tensione. Non pensare al giorno che è appena finito o al giorno dopo. Soprattutto, ricorda qualcosa. Non risolverai nessun problema di notte, ma lo risolverai sicuramente il giorno dopo, soprattutto se hai sonno e riposo. Non premere la testa contro il cuscino e non forzarti a dormire. Trovi difficile addormentarti e rimanere sveglio a lungo a letto, costringendoti ad addormentarti? Allora probabilmente sai che non funziona. Se non riesci ad addormentarti per molto tempo, è più appropriato alzarti e fare qualcosa che ti rilassi e il sonno apparirà da solo.
E entriamo in un nuovo giorno
Quindi, per prevenire i sintomi negativi della mancanza di sonno o per ottenere un sonno di qualità, possiamo fare il massimo noi stessi. Sai, non c’è niente di meglio che svegliarsi riposati e guardare avanti. Proprio come estrai un telefono completamente carico dal caricabatterie, anche il nostro corpo ha bisogno di essere pieno di energia. Prenditi il ​​tempo per fare una colazione decente, sorridi a te stesso allo specchio e poi non ti dovrebbe mancare nulla per iniziare bene la giornata.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Vaša adresa e-pošte neće biti objavljena. Obavezna polja su označena sa * (obavezno)